La nostra scuola : quali obiettivi e funzioni

CENTRALITA' DELLA PERSONA

L'Istituto Regina Mundi si impegna ad aiutare ogni alunno a scoprire la propria individualità unica e irripetibile, sviluppando in modo armonico gli aspetti cognitivi, emotivi e relazionali promuovendo le potenzialità di ciascuno. Come scuola cattolica, è aperto e accogliente verso gli alunni e le famiglie di altre culture, purchè ne condividano il Progetto Formativo.

L'alunno è portatore della propria individualità e come tale deve essere aiutato a scoprirla. Conquistando la propria autonomia matura la capacità di rapportarsi in modo personale con cose, persone e situazioni, rispettando le diverse scelte personali e i diversi punti di vista.

All'interno dell'Istituto i docenti, nella loro azione educativa, tengono conto dei livelli di partenza, dei bisogni e degli interessi degli alunni, delle loro rispettive situazioni socio culturali e programmano facendo continuo riferimento alla realtà quotidiana.

Un punto fondamentale è il dialogo aperto tra i genitori e i docenti al fine di creare uno spirito di collaborazione per la realizzazione del progetto formativo. Durante l'anno scolastico vengono fissati i seguenti incontri: quattro colloqui individuali con i genitori; due assemblee di classe.

Gli insegnanti riconoscono la famiglia come sede primaria dell'educazione, poichè è al suo interno che il bambino compie le prime esperienze.

L'istituto è ben collegato con le altre risorse presenti nel territorio quali: parrocchia e Azione Cattolica; Circolo Centro Sportivo Italiano; le altre scuole; l'ASL per la cura dei bambini con diverse disabilità e problemi psicologici.

Il progetto educativo prevede obiettivi per la continuità verticale ovvero continuità fra asilo nido-scuola dell'infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado attraverso progetti di accoglienza e di scuola aperta grazie a colloqui personalizzati sul singolo alunno.

Si prevedono inoltre obiettivi per la continuità orizzontale ovvero formazione continua per insegnanti e famiglie promossa da esperti dei processi di sviluppo e socializzazione.

Contenuti

OBIETTIVI

Formativi

L'alunno sviluppa la capacità di lavorare in modo cooperativo e dialoga in modo aperto con i compagni; dalla classe terza in poi acquisisce un metodo di studio; individua il linguaggio proprio di ogni disciplina; costruisce un pensiero critico.

A livello di Istituto ogni anno verrà scelto un tema trasversale che coinvolgerà i due ordini di scuola: infanzia e primaria. Per l'anno scolastico 2008/2009 il tema per l'Infanzia sarà "Alice nel paese delle meraviglie: la meraviglia del conoscere"; per la primaria "Il Mago dei numeri" per le classi III, IV e V.


Culturali

L'Istituto prevede i seguenti obiettivi culturali:

  • - Educare al rispetto delle diversità individuali e sociali anche in presenza di disabilità a livello psicologico.
  • - Educare al rispetto delle regole e delle decisioni assunte democraticamente in classe.
  • - Sapersi comportare educatamente in tutte le situazioni scolastiche ed extrascolastiche.
  • - Educare alla cura del proprio e altrui materiale scolastico.
  • - Collaborare a mantenere l'ordine e il rispetto dell'ambiente scuola.
  • - Impegnarsi nello studio e nell'apprendimento delle discipline.
  • - Educare al lavoro cooperativo e al dialogo aperto tra i compagni e con l'insegnante.
  • - Avere consapevolezza delle regole di convivenza, dell'organizzazione della società e dell'esistenza di altre culture.

Disciplinari

Le discipline sono suddivise in aree:

  • - Area linguistico-artistico-espressiva: italiano, inglese, musica, arte e immagine, corpo movimento sport.
  • - Area storico geografica: storia, geografia.
  • - Area matematico scientifico tecnologica: matematica, scienze, tecnologia.

Religione

Ogni area comprende i suoi obiettivi minimi previsti dalle Indicazioni Nazionali a cui si aggiungono i progetti come ampliamento del progetto formativo.

Gli Apprendimenti

METODI

Si privilegerà una impostazione dialogica della lezione, ponendo gli alunni in situazioni, pratiche, di risoluzione dei problemi (problem solving) e si agevolerà la crescita della persona nella fiducia e stima di sè e degli altri.

Particolare cura dedicheremo alla formazione della classe come gruppo, alla promozione dei legami cooperativi fra i suoi componenti, alla gestione dei conflitti indotti dalla socializzazione (circle time).

Si metteranno in atto quei procedimenti che consentono all'alunno di compiere esperienze capaci di suscitare in lui interesse e valida motivazione, anche attraverso attività laboratoriali sistematiche, che amplieranno i saperi disciplinari.


STRUMENTI E MATERIALI


Per raggiungere gli apprendimenti previsti i docenti utilizzeranno i seguenti materiali:

  • - Materiale didattico strutturato.
  • - Materiale didattico costruito dagli alunni.
  • - Materiale reale.
  • - Materiali tradizionali.
  • - Materiali multimediali.
  • - Libri di testo

COMPETENZE E ABILITA'

Vedi programmazioni di classe della scuola primaria e di sezione per la scuola dell'infanzia.

Realizzazione

ORARI


Scuola Primaria

Il Collegio dei Docenti determina il massimo del monte ore settimanali di ogni disciplina che può comunque essere soggetto a massima flessibilità ed essere calcolato su base annua a seconda della programmazione.

Il modulo è una forma di organizzazione didattica nella quale operano collegialmente i docenti che sono contitolari delle classi di cui si compone.

L'orario scolastico si articola su cinque mattine e un pomeriggio.

Il monte ore a disposizione è di 891 ore annue: 27 ore settimanali obbligatorie: dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.15 alle 13.15, con un solo rientro settimanale di due ore: dalle 14.15 alle 16.16.

e 99 ore annue opzionali, 3 ore settimanali, che, su proposta della scuola, condivisa dalle famiglie, si svolgono il sabato dalle ore 9.00 alle 12.00.

Alla ricreazione, considerata come importante momento di socializzazione tra gli alunni e momento di osservazione per gli insegnanti, sono dedicati 25 minuti ogni giorno dalle 10.05 alle 10.30.

I laboratori previsti per l'anno scolastico 2015/2016.

Scuola dell'Infanzia

Classe I:

  • - Pandolfi Tania: italiano, storia, geografia, ed. immagine, scienze;
  • - : matematica;
  • - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: motoria e informatica;
  • - Verde Diana: inglese;
  • - Suor Agnese: religione;
  • - De Sanctis Jonathan: musica.

Classe II:

  • - Bettini Katya: italiano, ed. immagine, ed.motoria, inglese, storia, geografia;
  • - Bartolommei Elisabetta: matematica, scienze
  • - Bigazzi Tiziano: informatica;
  • - De Leonardo Giuseppa: religione;
  • - De Sanctis Jonathan: musica.

Classe III:

  • - Bigazzi Tiziano: italiano, storia, geografia, immagine, motoria, religione;
  • - Pandolfi Tania: matematica, scienze;
  • - Bettini Katya: inglese;
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: informatica;
  • - De Sanctis Jonathan: musica.

Classe IV:

  • - Bartolommei Elisabetta: italiano, storia, geografia, religione, motoria, immagine;
  • - Bernacchioni Annalisa: matematica, scienze;
  • - Bettini Katya: inglese;
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: informatica;
  • - De Sanctis Jonathan: musica;
  • - Bernini Serena: sostegno.

Classe V:

  • - Sacconi Valentina: italiano, storia, geografia, scienze, sostegno;
  • - Santoro Angela: matematica;
  • - Bettini Katya: inglese;
  • - Pandolfi Tania: immagine;
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: informatica, motoria;
  • - De Leonardo Giuseppa: religione;
  • - Denise Dilaghi: sostegno;
  • - Annalisa Bernacchioni: sostegno.


SPAZI

L'Istituto Regina Mundi offre i seguenti spazi:

due aule per la scuola dell'Infanzia, cinque aule per la scuola Primaria, bagni, palestra, aula di informatica, sala mensa, sala riunioni, direzione, portineria, giardino scuola dell'Infanzia, giardino e piazzale Scuola Primaria.


RISORSE

Numerose sono le risorse di cui si avvale l'Istituto: una psicopedagogista esperta di processi di sviluppo e socializzazione, per interventi di formazione per gli insegnanti e per le famiglie.

Il doposcuola: per chi lo richiede dalle ore 14.15 alle 16.15.

L'assistenza pre e post-scuola: gli alunni della scuola Primaria e dell'Infanzia che giungono a scuola in anticipo rispetto all'orario dell'attività didattica ricevono assistenza e vigilanza da parte di un'addetta. E' possibile prolungare l'orario pomeridiano fino alle ore 17.15.

La mensa scolastica: l'Istituto provvede mediante una ditta di ristorazione.

Il trasporto scolastico: copre la rete stradale dei comuni di Reggello e di Figline.

L'attività estiva: nel mese di giugno l'Istituto offre agli alunni un'attività estiva in continuità con il Grest parrocchiale.

Verifica e Valutazione

Nella valutazione i docenti prendono in esame non gli aspetti generici della condotta, ma quelli specifici, controllabili e valutabili; separano i tratti del comportamento riferibili alla scuola da quelli riferibili alla vita nell'ambiente socio-familiare; fanno oggetto di valutazione ciò che è stato recentemente programmato tenendo conto sia della valutazione formativa che di quella sommativa.

Tutto questo utilizzando le seguenti tecniche:

  • - Osservazione.
  • - Questionari.
  • - Schede.
  • - Griglie.
  • - Colloqui.
  • - Sollecitazioni di prestazioni per determinare comportamenti significativi sul piano della verifica quantitativa e qualitativa degli obiettivi didattici.

La valutazione è sempre anche auto-valutazione: ogni insegnate, quando esprime una valutazione qualsiasi su un alunno, esprime anche una valutazione sulla propria attività didattica ed organizzativa oltre che sulle metodologie seguite.


SCUOLA PRIMARIA

Gli insegnanti predispongono prove di verifica atte a rilevare il grado di conseguimento, da parte degli alunni, degli obiettivi programmati. Le osservazioni, desunte da tali prove di verifica, saranno sistematicamente annotate nel Giornale dell'insegnate.

Per la valutazione delle singole prove e l'espressione del giudizio globale quadrimestrale gli insegnanti utilizzano le voci dei giudizi sintetici: Ottimo, Distinto, Buono, Sufficiente, Non Sufficiente, Adeguato per il comportamento, con opportuni avverbi ( Quasi, Più, Molto, Sempre, da consolidare, etc...).


SCUOLA DELL'INFANZIA

I docenti articolano la valutazione in tre fasi:

  • - Valutazione d'ingresso
  • - Valutazione formativa
  • - Valutazione sommativa

Ad ognuna delle tre fasi di valutazione se ne accompagnano altre di verifica:

  • - Verifica dei pre-requisiti
  • - Verifica in itinere

Verifica finale


E' possibile scaricare il Curriculum Formativo ed Educativo completo e la Mappa del Curriculum.